Avola:Ospedale abbandono totale

Posteggiare in ospedale è una criticità ma la pietà non è politica!

Ad Avola,ma anche a Noto,così chi deve fare un esame o visitare un parente trova ogni giorno ” ferro ammucchiato ” ovvero auto,auto e auto che da anni non trovano parcheggio.

IMG_20160128_091108

Nell’era del PD e del M5S, le tasse sono più che raddoppiate. Ma oltre ai vari balzelli ci sono anche quelle occulte che si devono pagare per necessità (vedi presso l’ASL di competenza le varie multe inviate dalla regione Sicilia per i codici bianchi al pronto soccorso o semplicemente perché la stessa ha eliminato dai nuclei familiari i minori studenti esenti ticket). È il caso di chi deve andare in ospedale per trovare un parente o per fare un esame.

L’auto è fondamentale eppure,forse,nessuno si è accorto che mancano i parcheggi,che nei posti riservati agli invalidi parcheggiano tutti anche le motociclette,ma come ogni elezione quest’argomento salterà fuori per riciclare voti.

Si estetizza la città per gli stranieri e si lasciano le strutture di emergenza senza posti auto,se oggi amministrare o pensare al cambiamento significa promuovere corsi di formazione e abbandonare ogni diritto costituzionale come:salute,lavoro,dignità ecc..lasciate fuori i poveri cittadini sofferenti e le strutture pubbliche se di pubblico esiste ancora qualcosa.

Un Italia che abbandona i principi costituzionali non puo’ essere democratica e repubblicana.

Oggi i francesi si sono presi il pesce spada ( leggete l’articolo) domani gli stranieri si riprenderanno tutto..

Ma,continuando,chi deve andare al Pronto Soccorso si deve arrangiare perché non ci sono posti dedicati. Anche intorno all’altro ospedale (Trigona Noto) i problemi non mancano,infatti,vista l’assenza dei posti per le auto,c’è chi è costretto ad aspettare i parenti in seconda fila.Davanti al Pronto Soccorso ci sono spazi pieni di auto ma questo è un problema del sistema sanitario del sud!

IMG_20160128_091101

Il problema del parcheggio è anche per chi lavora in ospedale, costretto a recarsi a lavoro anche mezz’ora prima e mentre in città vengono creati parcheggi rosa per donne gravide in ospedale mancano anche per gli handicap.

Insomma siamo sulla buona strada,se le cose continueranno così Equitalia ci metterá all’asta e chissà se la Germania o l’America sarebbero interessati all’acquisto di uno stivale tutto made in Italy!

Rispondi